martedì 22 aprile 2008

libmagazine

Poi c'è qualche riga che ho scritto sulla premiazione dei David di Donatello, qui.

4 commenti:

egine ha detto...

"La pubblicità ha un’anima bizzarra, che sarà pure sostanza del commercio, ma procura capricci difficilmente prevedibili."

"son parole son gentili
son legate con dei fili
son pregiati filamenti
son preziosi documenti
noi speriamo per l'artista
che abbia un ottimo archivista"

ps.ciro per l'arrivo di maggio commento in versi un po ieri e
forse ancora un po oggi, poi torno
normale.

Nausicaa ha detto...

Già lette ieri le righe scritte sui David di Donatello...lo devo proprio vedere "La Ragazza del lago"!

'o munaciello ha detto...

egine, mon cherì, se non ci fossi tì!

nausicaa, bello molto bello, caos calmo invece no (se ti interessa di lato a destra trovi i link alle due recensioni in questione)

Tess ha detto...

Io li ho visti entrambi. Concordo sulla ragazza del lago. E' una chicca, e poi Servillo ha una marcia in più.
Ciro tu l'hai visto l' ultimo di Ken Loach ? Perché non ricordo se avevi fatto la recensione