mercoledì 22 aprile 2009

FASCISTI A MILANO

Quindi se tutto va – ma non va – come pare debba andare, in Longobardia non si potrà più banchettare sui marciapiedi dopo l’una. C’è da scandalizzarsi, certo, a vedere con quale leggerezza i provvedimenti del bel ventennio vengono camuffati nell’era multimediale. Ma tanto – dice Piccinini con voce d’orgasmo – “non va!”, perché in piena nudità l’obiettivo è rendere formalmente illegali i capannelli notturni di nigeriani et similia. Il ché significa che la legge avrà una funzione relativamente vincolante di minaccia: stiano tranquilli i giocatori di borsa che si danno un’arietta etnica col kebab in bocca, a meno che non siano neri. L’unico dubbio che mi coglie or ora, croccante come cipolla e altrettanto indigesto, è che tale provvedimento – se fatto rispettare – andrebbe a cogliere in fallo le piccole attività commerciali, giacché le grandi possono agevolmente allestire sale da pranzo in neutre e squallide catene. Cioè, proprio ora che ci incoraggiano ai consumi come tanti minuti Keynes, ci troviamo alle solite: i grandi s’abbracciano alla legge per far fuori i piccoli, i gelatai, i pizzettari, i kebabbari tunisini e siriani col loro personale indiano o slavo. Ah, da grande voglio essere Richard Mc Donald!


3 commenti:

egine ha detto...

qui si pensa che spolverando i marciapiedi ne guadagni anche l'anima, se c'è un occasione per
essere europei o perlomeno un po meno provinciali
noi non sappiamo coglierla, dovremmo essere
una punta di diamante della cultura grazie alla
ricchezza che produciamo, ed invece ce la prendiamo
con il kebab, abbiamo l'ortomercato in mano alla
n'drangheta e credo molte altre cose, ma ci occupiamo
degli ambulanti, siamo miopi come tutto il paese
e non basta sperare che un giorno questa generazione
di vecchi intrallazzatori morirà, ci sono gia degli
ignoranti giovani pronti a scattare, il progetto
della lega di responsabilizzare il territorio si
perde in queste cagate e in questi egoismi

desaparecida ha detto...

stavo anche io per lamentarmi su sta legge anti-kebab (preoccupante, di cosa mi insozzo se non di salsette di kebab asportabili!?)

'o munaciello ha detto...

EGINE, guarda se è per quello i giovani fanno più paura dei vecchi intrallazzatori.. ah, fossero tutti come te, non dico proprio tanto illuminati, ma almeno - appunto come dici - non miopi!

DESA, non passerà mai tanto.. poi figurati se fanno qualcosa del genere a Napoli: 'a rivoluzion'!